Legge di Stabilità 2016, ecco le proposte a favore dell’edilizia

Legge di stabilità 2016, Ance e Confindustria presentano al Governo una serie di proposte a favore dell’edilizia

Confindustria ed Ance ribadiscono che le costruzioni rappresentano una filiera industriale tecnologicamente avanzata, capace di rispondere ai nuovi bisogni immobiliari, residenziali e non-residenziali; un’industria orientata alla qualità, all’efficienza, alla sostenibilità e all’innovazione.

Per questo, accanto agli essenziali interventi sulla fiscalità immobiliare, è necessario promuovere strumenti di incentivazione e di regolamentazione tecnica e procedurale in modo da costituire una politica finalizzata al rilancio dell’industria delle costruzioni che, date le lunghe ramificazioni della sua filiera, potrebbe costituire l’embrione della complessiva politica industriale per il Paese.

Vista l’imminenza della presentazione del ddl Stabilità 2016, Confindustria e Ance invitano il Governo a porre la massima attenzione verso alcune questioni:

gli attuali incentivi alle ristrutturazioni e all’efficienza energetica in edilizia vanno stabilizzati ed eventualmente rimodulati anche in modo più efficace, sfruttandone appieno le potenzialità in termini di sostenibilità
relativamente alla fiscalità immobiliare, vanno sfruttati tutti i margini per non penalizzare le costruzioni nuove o ristrutturate che abbiano standard di efficienza energetica elevata rispetto al patrimonio esistente ed a bassa o bassissima qualificazione energetica
occorre alleggerire la pressione fiscale sugli immobili utilizzati nell’attività di impresa

Al riguardo, al Governo avanzano le seguenti proposte :

incentivi al mercato residenziale e alla riqualificazione urbana, mediante forme di parziale detassazione degli acquisti di abitazioni nuove in classe energetica elevata effettuati fino al 2018, anche in un’ottica di equiparazione fiscale dell’acquisto del nuovo (soggetto ad IVA applicata sull’effettivo prezzo di vendita) all’acquisto dell’usato (che sconta l’imposta di registro sul valore catastale).
bonus ristrutturazioni ed efficienza energetica, con estensione anche al 2016 degli incentivi
sostegno degli investimenti in efficienza energetica di imprese e pubbliche amministrazioni, mediante il potenziamento del meccanismo già collaudato della nuova Sabatini, incentivando anche il profilo dell’efficienza energetica, del rinnovo di impianti, macchinari e attrezzature
rent to buy, per agevolare le formule contrattuali di affitto con riscatto
deducibilità totale dell’IMU dalle imposte sui redditi e dall’IRAP
esenzione IMU e TASI delle aree fabbricabili e degli immobili invenduti e non locati dalle imprese di costruzione (“immobili merce”)
incentivi fiscali per il recupero a fini produttivi di immobili dismessi

By BibLus-Net Acca