Aelia Duty Free | Avancorpo Terminal 3 Aeroporto Fiumicino

2016 | Aeroporto Internazionale "Leonardo da Vinci" | Fiumicino (RM)

Il nuovo Aelia Duty Free si trova all’interno dell“Avancorpo” del Terminal 3, area Imbarchi E dell’Aeroporto “Leonardo da Vinci” di Fiumicino, Roma.
Inaugurato il 21 dicembre del 2016, l’Avancorpo consiste in un edificio multifunzionale. S
viluppato su quattro livelli principali di 22.250 mq complessivi, è costituito da una grande mall, la Main Hall dell’airside, dedicata ai servizi e alle facility per tutti i passeggeri in transito.

Gran parte della superficie commerciale del 1° piano (circa 2.000 mq) è occupata dal nuovo Aelia Duty Free Next Genaration, il 15esimo nel mondo, il più grande come superficie e il 1° con il nuovo format ideato dal gruppo Lagardère. Lo store è stato concepito con la formula del “Walkthrough” occupando un’area di passaggio obbligato in ingresso al Terminal per tutti i passeggeri transito per le destinazioni extra-Shengen.

L’ingresso è formato da un grande portale composto da pannelli display led, su cui campeggia il logo di Aelia Duty Free. Una volta varcata la soglia d’ingresso il passeggero viene avvolto da uno scenario illuminotecnico appositamente ideato per ottenere un “effetto wow” nonché per dare maggiore risalto alle merci esposte. Lo spazio interno è suddiviso in grandi aree merceologiche, Profumeria, Enogastronomia, Fashion, Confectionery, Tabacco e Alcol. Ogni area è a sua volta ripartita in isole che differiscono tra loro secondo una precisa gerarchia in relazione al peso e all’importanza del singolo Brand, come Chanel che qui presenta per la prima volta al mondo il suo nuovo format.

Diverse finiture in pavimentazione sottolineano e organizzano gli spazi a seconda del brand e della categoria a cui appartiene. Nell’area “profumeria” è stato posato un grès a effetto marmo nero lucido, che lavora a contrasto con il bianco, tipo travertino, posato nel camminamento centrale. Invece per l’area dell’enogastronomia denominata “Casa del Gusto”si è scelto un grès in nuances natural oak. Tappeti decorativi a mosaico con disegni geometrici monocromatici, spezzano la continuità della pavimentazione evidenziando singole aree espositive. Backwall a parete, gondole e podi customizzati a seconda del brand, sono le scelte di arredo per l’esposizione delle merci in quest’area come per il resto del Duty Free.

Un altro forte tratto architettonico distintivo, è la complessa e articolata struttura a isole curvilinee del controsoffitto. Una soluzione progettuale che dona dinamicità, fluidità ed elasticità a tutto lo spazio. Un nastro dorato ancorato al soffitto si srotola lungo tutta l’area commerciale, accompagnando il passeggero nell’esperienza d’acquisto, dando forma concreta al Pay Off “The art of the gift”. Il nastro termina il suo percorso nell’area casse, riavvolgendosi nel logo di Aelia.

Da sottolineare l’attenzione è stata rivolta alla parte impiantistica, di grossa complessità e rilevanza per le nuove norme vigenti in ambito aeroportuale. Tutti i materiali, le finiture, le soluzioni impiantistiche sono in totale conformità con le norme antincendio particolarmente restrittive di ADR. Ulteriore elemento di particolare orgoglio per la società A&T Consulting, è stato il rispetto delle tempistiche di consegna del progetto, com’è stato sottolineato da Lorraine Dolhain ‘International Retail Brand Manager – Duty Free Global’, sul n°14 del magazine “On Air”*


Cliente
LS Travel Retail – Roma


Concept
Lagardère


Coordinamento Progetto
Alessandro De Angelis
Daniela Cesare
Nice Canari


Progetto Architettonico
Nice Canari | Luigi Onori | Valentina Isone | Valentina Morelli


Direzione Lavori
Alessandro De Angelis | Daniela Cesare | Daniele Datti


Coordinamento e Sicurezza Lavori
Alessandro De Angelis | Paola Colangelo | Giampaolo Cochi


Progetto Impianto Elettrico
Maurizio Saralli | Claudia Girolimini


Progetto Impianto Meccanico
Gianfranco Savini | Francesco Sciannelli | Giampaolo Cochi |
Alessandro Lo Sordo


Prevenzione Incendi
Alessandro De Angelis | Alessandro Lo Sordo |
Valentina Morelli